Festival Rinascimentale 2017

Dama Castellana 2017: Conegliano al centro di “un viaggio tra sogno e realtà”

-10 alla sfida in Piazza Cima tra Parè e Collalbrigo

Online il programma definitivo del Festival Rinascimentale con tutti gli spettacoli previsti
Domenica 11 la prima iniziativa collaterale, l’Instameet #trasognoerealta

Mancano ormai 10 giorni alla 33esima edizione della Dama Vivente, il cui avvio è stato dato come da consuetudine con la grande Cena Rinascimentale tenutasi il 26 maggio presso l’ex Convento di San Francesco.
Sabato 17 e domenica 18 giugno il centro storico di Conegliano tornerà indietro di 500 anni: grazie al Festival Rinascimentale, giunto ormai al suo quarto anno, via XX Settembre sarà invasa di dame, cavalieri, giullari, attori, musici e sbandieratori che allieteranno i passanti con spettacoli sia per gli adulti sia per i bambini: sono in programma oltre 30 spettacoli in due giorni in via XX Settembre, Piazza Cima ed in tutto il centro storico. Saranno con noi gli attori della Compagnia Red Art, gli artisti di Aulò Teatro, il trampoliere Federico Faggioni (che torna alla Dama Castellana dopo parecchi anni), i giullari grotteschi della compagnia “Li brutti”, gli sputafuoco del Circovolante e gli acrobati della Compagnia Cièocifa.
Tutti gli artisti proporranno ai visitatori spettacoli inerenti al tema di questa nuova Dama, ovvero la lotta tra il sogno e la realtà: dopo le ultime edizioni concentrate sulla storia di Conegliano, entra quest’anno l’elemento magico del sogno, per rendere ancora più imperdibile questo appuntamento.
Punti centrali delle giornate, però, rimarranno lo spettacolo del Preludio e della Dama Vivente, affidati quest’anno alla nuova regia di Francesca Zava, già nota per aver diretto l’evento anni fa, aiutata da Irene Cutifani, Massimiliano Rumore e Silvio Pasqualetto.
Sabato 17 giugno il programma tradizionale della Dama Castellana si aprirà alle ore 20.15 con un corteo da Porta Leoni con arrivo in Duomo, dove si terrà la Benedizione dei Gonfaloni in Duomo cittadino. Al termine, si torna in Piazza Cima con “L’inizio del Sogno”, una breve anticipazione di ciò che verrà raccontato il giorno seguente. A concludere la serata, lo spettacolo di fuoco dei Materiaviva Performance dal nome “Tarocchi”.
Domenica 18 giugno avrà luogo poi il Grande Corteo Rinascimentale, in partenza alle ore 17.00 dalla sede Dama Castellana (viale Spellanzon, 15), con oltre 300 figuranti in abito rinascimentale, che si dispiegherà lungo le strade della città e si dividerà in due parti per poi ricongiungersi in Piazza Cima dove, presumibilmente alle ore 18.15, inizierà lo spettacolo dal titolo “Un viaggio tra sogno e realtà”: protagonista sarà un uomo comune seduto in un’osteria coneglianese che farà un sogno ad occhi aperti che lo riporterà indietro negli anni, quando in quella stessa osteria sedettero personaggi illustri i quali, seguendo i loro sogni, sono riusciti a diventare artisti, diplomatici, pittori, scrittori, grandi mecenati importanti contribuendo inoltre allo studio e conoscenza dei nostri territori. Da scenario saranno situazione e vicende storiche accadute in varie epoche a Conegliano.
Vincerà l’ebbrezza del sognare, che ci fa vivere momenti unici ed intimi, oppure la triste e cruda realtà? Sognare per vivere o arrendersi all’incoerenza, all’egoismo, al menefreghismo che caratterizzano la nostra società?
Parè e Collalbrigo, i due quartieri finalisti per questa 33edizione della Dama Vivente che sono risultati dopo il torneo eliminatorio svoltosi a maggio, rappresenteranno queste due fazioni e si contenderanno la supremazia della città di Conegliano domenica 18 giugno in Piazza Cima a suon di mosse di dama.

Domenica 11 giugno si terrà però la prima iniziativa collaterale alla Dama Vivente: l’instameet alla scoperta della città #trasognoerealta, organizzato da Enocultour in collaborazione con IgersTreviso. accompagnati da una guida locale, si potranno ammirare le caratteristiche più nascoste (e migliori) della città, in un percorso a piedi che partirà dalla Scalinata degli Alpini e terminerà a Palazzo Sarcinelli, dove si potrà ammirare la mostra dell’artista udinese Claudio Mario Feruglio. A seguire, un piccolo buffet e la consegna di doni-ricordo.Le prenotazioni sono ancora aperte, maggiori informazioni sulla pagina Facebook di Enocultour – Associazione culturale.